Come creare un ebook

Già in precedenza ho affrontato l’argomento ebook, inteso come regalo a chi si iscrive alla tua mailing list, oggi invece cercherò di approfondire la materia dandoti qualche indicazione su come creare un ebook.

Partiamo dal principio.

Cos’è un ebook? Importante definire correttamente il termine ebook per distinguerlo da qualsiasi altro documento in formato elettronico.

L’ebook è un file che possiede determinate caratteristiche tecniche che, se letto sul supporto più adeguato (e-reader), dà un’esperienza di lettura molto simile a quella offerta da un libro di carta, con alcuni vantaggi supplementari:

  • posso leggere il mio libro con l’e-reader, il pc, il tablet, il telefono insomma ovunque
  • posso cercare le parole dentro al testo
  • il lettore di ebook contiene solitamente ottimi dizionari monolingua
  • il lettore di ebook è leggero e maneggevole e può contenere intere biblioteche di libri senza aumentare il suo peso!
  • posso condividere i miei libri, presentazioni, ecc.. con gli amici e colleghi sparsi nel mondo

Inoltre per chi volesse creare il proprio ebook, oramai gli strumenti a disposizione sono molti e tutti di facile utilizzo.

Ma procediamo per gradi :).

Quale formato scegliere per creare un ebook?

Quando crei un libro digitale, ci sono due aspetti da prendere subito in considerazione:

  • il formato del file che ti interessa realizzare
  • il programma migliore per crearlo

Non sono aspetti banali, perché da queste scelte dipende la possibilità di pubblicare il tuo libro sull’iBook Store di Apple piuttosto che sul Kindle Store di Amazon.
Se poi non volessi pubblicarlo negli Store, devi comunque cercare di scegliere un formato che sia leggibile per i tuoi futuri lettori 🙂 .

Dunque meglio scegliere il formato giusto, non credi?

L’ebook è un file scaricabile online, basato su codice html, che permette all’impaginazione di adattarsi allo schermo del dispositivo.

Attualmente ci sono 3 formati di ebook e nessuno di questi è fruibile su tutti i dispositivi in circolazione sul mercato, né supportato da tutti gli store indistintamente.

In breve, eccoti i 3 formati ebook che puoi generare e i dispositivi che li leggono:

  • ePub: è il formato ebook standard, leggibile da qualsiasi dispositivo (iPad e iPhone, tablet e smartphone, computer) oltre che su e-reader come Kobo e Nook;
  • Mobi: è il formato per i lettori che usano il Kindle di Amazon;
  • PDF: utilizzabile sugli stessi dispositivi che leggono l’ePub, ma fruibile anche da computer; si tratta di un formato meno fluido rispetto ai precedenti perché mantiene la struttura in pagine propria di un libro.

Quest’ultimo per esperienza diretta è quello più diffuso, non solo come ebook, anche come semplice documento di presentazione o informativo.

Come anticipato dopo aver scelto la tipologia di formato da utilizzare puoi valutare qual’è il migliore strumento per noi, quale risulta più congeniale al nostro scopo.

Quali strumenti utilizzare per creare un ebook?

Parti dal presupposto che devi preparare un nuovo documento, che andrai a convertire in ebook.

Faccio questa distinzione perché anche questo potrebbe influenzare la scelta del tuo strumento di creazione dell’ebook.

Se non usi programmi di editing professionali come Adobe Indesign o un editor già evoluto come Sigil, puoi creare il tuo ebook da zero lavorando con un semplice file in Word. E non è uno scherzo 🙂 !

Io normalmente cerco di valutare la complessità del mio ebook, meglio se faccio un esempio:

Una volta completato il tuo piccolo grande capolavoro 🙂 , dovrai semplicemente convertire il documento Word in ePub con un programma gratuito come Calibre.

Mentre, se come nel mio caso utilizzi Canva o Power Point o ancora Google Slides, dovrai esportare il tuo documento in formato PDF.

Nello specifico gli ebook creati con Canva o ebook creati con Google Slides puoi salvarli in formato PDF e per Google Slides anche in Power Point …non si sa mai che poi ti serva editarli con uno strumento “più raffinato” 🙂 .

Come distribuire un ebook?

Ecco finalmente il tuo ebook, ora come lo consegni o distribuisci? Ma soprattutto sai chi vuoi che lo legga? Una cosa importante che in realtà andrebbe valutata ancora prima di iniziare è: A cosa mi serve questo ebook? Chi è il mio possibile lettore?

Attenzione perché anche questa domanda in realtà potrebbe influire nella scelta di formato e strumenti …ovvio che se devi creare un piccolo portfolio o una presentazione non ti serve necessariamente InDesign, ma sarai più veloce e a tuo agio con strumenti meno complessi.

Comunque una volta prodotto, dovresti sapere già come pubblicarlo e distribuirlo. Perché qualcuno dovrà pur leggerlo..

Quindi le strade sono pressoché due:

  1. Autopubblicazione → tramite il tuo sito, la pagina Facebook, la tua newsletter
  2. Con un Editore → come Amazon, Apple, Kobo o qualsiasi altro Store online

Ovviamente la cosa più semplice è la prima …perché?

Perché per distribuirlo nei principali ebook store è opportuno acquistare un codice ISBN, ovvero un codice identificativo univoco per ogni specifica edizione di un libro.

Amazon a dire il vero non chiede necessariamente l’ISBN per la diffusione di un ebook, ma per abbracciare un piano di distribuzione ad ampio raggio è meglio dotarsi di un codice ISBN.

Da considerare infine che il tuo ebook non verrà letto o comprato solo perché è stato pubblicato e senza una strategia di marketing e promozione, il libro potrebbe non fare molta strada.

Altra cosa invece se sai già a chi distribuirlo e lo consegni direttamente all’utente che lo leggerà.

Come creare un ebook, le fasi principali da non dimenticare

Dunque sono arrivata alla fine, le fasi per la produzione di un libro sono:

  • Concept, Scrittura, Editing, Correzione di bozze → dove dovrai decidere il formato, lo strumento e il tuo lettore “tipo”
  • Pubblicazione, Distribuzione, Promozione → dove invece dovrai scegliere come distribuirlo e farlo conoscere ai tuoi lettori

Sembrava più semplice vero? Beh come tutte le cose anche questo va pensato molto bene ed organizzato!

Fammi sapere se hai già realizzato un tuo ebook!

Antonella 🙂

Antonella
Antonella
Ciao, sono Antonella Cafaro e mi occupo di assistenza virtuale. Aiuto professionisti e imprenditori a risparmiare tempo, crescere e raggiungere i loro obiettivi godendosi la loro attività mentre io mi occupo del resto e supporto le donne che vogliono diventare assistente virtuale con un percorso di orientamento e mentoring.
Non ci sono commenti

Scrivi il tuo commento