Come scegliere il social network per la tua professione.

Come scegliere il social network perfetto per la tua professione? Parto subito dal presupposto che non è necessario iscriversi a tutti i social network del mondo.

Devi scegliere quello più adatto a te e alla tua professione. Qualche tempo addietro ho provato a spiegare che è preferibile avere pochi social ma avere il tempo di seguirli, e ora ti spiego nuovamente il perché ed il come.

Dedicare il tempo giusto ad ogni social.

I social network sono uno strumento eccezionale e, se utilizzati sapientemente, rappresentano una magnifica opportunità di marketing, ma non bisogna mai strafare.

Considera sempre che serve tempo per seguire ed interagire all’interno di un social media e questo se non profittevole rischia di diventare solamente un costo e non un investimento.

Lo stesso ragionamento deve essere fatto anche se hai un professionista esterno che segue per te profili e pagine oppure se utilizzi qualche strumento di Marketing Automation.

Per rendere tutto ciò utile per la tua professione, oltre all’interazione, anche la scelta della tipologia di social è fondamentale per la buona riuscita del tuo progetto.

La scelta sbagliata comporta perdita di tempo ma non solo: è come se volessi vendere petti di pollo ad un mercato vegan …ti immagini il risultato? Aiutooo! 🙂

Come scegliere il giusto social media?

Dico subito che non è semplice, e non c’è una soluzione unica che vada bene per tutti, ma in linea di massima è consigliabile seguire queste brevi linee guida.

Cerca di analizzare chi sei, cosa fai e cosa vuoi.

Quindi prima di decidere se puntare su Facebook o su Twitter, devi partire analizzando te stesso: chi sei, che cosa proponi e a chi ti vuoi rivolgere.

Hai una pasticceria? Allora molto probabilmente ti conviene puntare su due tipologie di social:

  • quelli basati sul visual, quindi PinterestInstagram;
  • quelli basati sul local come Google+.

Sei un programmatore? In questo caso devi rivolgerti ad aziende e professionisti, quindi LinkedIn fa al caso tuo.

Un blogger o un giornalistaTwitter tutta la vita, Facebook, con particolare attenzione alle community, e LinkedIn.

Ogni professione ha il social, devi solo individuare quello più adatto a te e sfruttarlo al meglio.

Prova a sviluppare un piano editoriale.

Altra cosa importante da ricordare sempre è: non è la quantità a darti risultati bensì la qualità di quello che decidi di postare.

Cosa significa?

Devi stabilire qual è il messaggio che intendi veicolare e quali contenuti pubblicare per poterlo fare.

Imposta un calendario editoriale.

Dopo aver deciso cosa pubblicare, devi stabilire quando farlo, perché decidere di pubblicare alle 8 di mattina o alle 3 del pomeriggio non produce sicuramente il medesimo risultato.

Per questo motivo dovrai tenere monitorato il tuo profilo o pagina e valutare il comportamento degli utenti che ti seguono. Quali sono i post che preferiscono.

Il monitoraggio deve essere costante, perché le abitudini cambiano, e con la crescita del tuo network cambiano anche gli orari in cui si raggiungono più persone.

Cambiare i contenuti in base al social network che stai utilizzando.

Esistono contenuti che hanno efficacia in maniera trasversale, indipendentemente dalla piattaforma che li ospita, ma non si può condividere allo stesso modo su Facebook e su Twitter.

Vuoi pubblicare la stessa foto su Pinterest e Instagram?

Puoi farlo, certo, ma almeno personalizza e ottimizza la descrizione, in modo che si adatti perfettamente alle caratteristiche di quel social network in particolare.

Interagisci sempre …si chiama social per quello!

Non pensare mai che una volta creato un profilo social i contatti arriveranno come se niente fosse, attirati da non si sa bene cosa.

L’elemento umano ha un ruolo fondamentale perché la tua strategia abbia successo.

Quindi, se vuoi avere successo sui social devi interagire con gli altri.

Alla fine cosa scegli?

Tutto questo solamente per farti capire che la scelta del social network, deve essere ponderata ed analizzata, perché è una decisione che potrebbe influire sul valore stesso della tua professione.

Devi essere preparata ed organizzata per poter gestire anche questo.
Buon lavoro!

Antonella Cafaro 🙂

Antonella
Antonella
Ciao, sono Antonella Cafaro e mi occupo di assistenza virtuale. Aiuto professionisti e imprenditori a risparmiare tempo, crescere e raggiungere i loro obiettivi godendosi la loro attività mentre io mi occupo del resto e supporto le donne che vogliono diventare assistente virtuale con un percorso di orientamento e mentoring.
Non ci sono commenti

Scrivi il tuo commento